Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
News
Non categorizzato

LA SOCIETÀ DEI CONCERTI TRIESTE IERI SERA A TRIESTE ESTATE CON UN CONCERTO DANTESCO

TRIESTE – Si è tenuto ieri sera un concerto davvero unico ed esclusivo nel suo genere, organizzato dalla Società dei Concerti nell’ambito di Trieste Estate, la rassegna realizzata dal Comune di Trieste. “Un itinerario dantesco”, questo il titolo dell’evento: un viaggio musicale che ha come  fil rouge La Divina Commedia, nato da una ricerca che ha portato alla luce l’interesse suscitato da Dante fra molti compositori nella musica tra Otto e Novecento. 

A suonare questa più che rara galleria di gemme musicali – che include anche musiche di Rossini e Puccini –  è stato il Quartetto Dafne nato in seno all’Orchestra del Teatro La Fenice, insieme alla voce potentissima della soprano Manuela Custer e al pianista Raffaele Cortesi.

Il concerto ha portato il pubblico a conoscere la musica di Francesco Morlacchi, ambasciatore a Dresda dell’opera italiana, con il quartetto per voce femminile narrante la terribile vicenda del Conte Ugolino, quella del marchigiano Luigi Confidati che affronta il canto di Paolo e Francesca con una brillante scrittura quartettistica – qui sostenuta dal Quartetto Dafne. Poi ancora Marchetti, Gastaldon e Ponchielli e Arrigo Boito con Canzone della Sera (altra perla scoperta fra gli scaffali della Biblioteca Palatina di Parma). Non poteva mancare lo spiritoso Puccini di “Storiella d’amore” insieme alla gemma di Hans von Bülow . Il viaggio musicale si conclude all’inizio del Novecento con i più rari contributi di Alaleona e l’opus corposo sul tema dantesco di Castelnuovo – Tedesco fino al napoletano Mario Pilati, una vera riscoperta.

L’appuntamento a Trieste è il primo di una serie di concerti che toccherà Ravenna per il Dante Festival 2021, il Festival Vicenza in Lirica e altre date tra cui Napoli e Perugia.

Credit photo: Fulvio Enrico Bullo / Società dei Concerti Trieste

UFFICIO STAMPA SOCIETÀ DEI CONCERTI TRIESTE
Daniela Sartogo
daniela.sartogo@gmail.com

+393428551242

Ricerca Eventi