Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato

Maestro sarà lei! I tormenti del giovane Gershwin

Domenica 17 marzo – ore 17
Foligno – Auditorium San Domenico

MAESTRO SARÀ LEI!
I tormenti del giovane Gershwin

Stefano Valanzuolo testo e voce narrante
Fiorenzo Pascalucci pianoforte

Maurice Ravel
Pavane pour une infante défunte
Jeux d’eau

Arnold Schoenberg
Mässige Viertel da Tre Pezzi op. 11

Igor Stravinskij
Piano-Rag-Music

Claude Debussy
Golliwogg’s cake-walk da Children’s Corner

George Gershwin
Preludio n. 2
Rhapsody in Blue
An American in Paris
The Man I Love
I Got Rhythm

New York, 7 marzo 1928.
Ravel, nel giorno del suo 53° compleanno, conosce Gershwin che lo introduce ai piaceri del Cotton Club e del Savoy Ballroom di Harlem, svelandogli un nuovo universo sonoro e il talento nascente di Duke Ellington. Per sé, il brillante compositore americano avrebbe voluto niente altro che un avallo, una consacrazione che gli venisse dall’ambito classico. Pregò Ravel di dargli lezione di composizione, ma il francese declinò la proposta, ritenendo che Gershwin non ne avesse bisogno.
Il confronto con la musica e i musicisti di area “colta” rimase, per Gershwin, una sorta di ossessione per tutta la vita. Irrisolta, ad onta del successo. E mentre Ravel cominciava a mietere successi alla Carnegie Hall, l’autore della Rhapsody volava a Parigi, sulle orme di Debussy, di Stravinskij o di chiunque potesse farlo sentire adulto, maturo, compiuto. Di chiunque potesse dargli, insomma, la sospirata patente di “Maestro”.

ingressi: € 10, 7, 5

Ricerca Eventi