Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato

Pavel Berman e Roberto Arosio in concerto

Domenica 12 Luglio presso la Chiesa di San Pantaleone in Pieve a Elici il Violinista Pavel Berman ed il Pianista Roberto Arosio eseguiranno musiche di: E. Grieg, R. Schumann, E. Chausson, H. Wieniawski.


 

Secondo appuntamento, domenica 12 luglio alle 21.15, con i concerti del Festival da camera della Versilia, la rassegna musicale organizzata dall’Associazione Musicale Lucchese e dal Comune di Massarosa nella pieve di San Pantaleone, a Pieve a Elici.

A incantare il pubblico del Festival saranno il violino di Pavel Berman e il pianoforte di Roberto Arosio, un duo che rappresenta una novità per gli appassionati che ogni anno accorrono numerosi in quel gioiello storico-architettonico che è la pieve romanica. Violinista virtuoso e dalla «forza espressiva immensamente profonda», figlio d’arte ed enfant prodige il primo; pianista che la rivista tedesca “Ensamble magazine” ha definito «senza compromessi, interprete formidabile e profondo» il secondo. Insieme, suoneranno pagine di musica che abbracciano tutto l’Ottocento.

Il programma si apre con Edvard Grieg e la sua Sonata per violino e pianoforte n. 3 in do minore, op. 45, composta dall’autore tra il 1886 e il 1887. Di Schumann, Berman e Arosio hanno scelto la Sonata per violino e pianoforte n. 1 in la minore, op. 105. Poème per violino e pianoforte, op. 25 è con ogni probabilità il lavoro più noto del parigino Ernest Chausson. Liberamente ispirato al Canto dell’amore trionfante, un racconto di Turgenev, venne composto tra il 1892 e il 1896 e dedicato al violinista belga Eugène Ysaÿe. A chiudere il concerto sarà la Fantasia brillante per violino e pianoforte su temi del Faust di Gounod, op. 20, di Henryk Wieniawski, scritta secondo un modello assai in voga all’epoca, che si sviluppa utilizzando i motivi più popolari dell’opera e che, soprattutto, richiede una straordinaria abilità tecnica.

Il costo del biglietto intero è di 12 euro, il ridotto 10 euro mentre per i soci dell’AML è di 7 euro.

Ricerca Eventi