Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
concerti
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
concerti
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Filter by Categories
concerti
News
Non categorizzato

CLAUDIO BORRELLI

Diplomato in Strumenti a percussione e in Musica jazz presso il conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, ha fatto parte di diversi ensembles percussionistici con i quali ha partecipato a vari festival internazionali. Ha collaborato a spettacoli teatrali con le orchestre del teatro San Carlo, del teatro Sannazzaro di Napoli e con l’orchestra Scarlatti.Alterna per un periodo l’attività di percussionista classico a quella di batterista jazz, suonando con molti grossi musicisti dell’ ambiente jazzistico italiano tra i quali Ada Montellanico, Pietro Tonolo, Maurizio Giammarco, Piero Leveratto, Bruno Tommaso, Marco Tamburini, Mario Raja, Vito Di Modugno, Michele Carrabba, Carla Marcotulli, Emanuele Cisi, Stefano Cantini, Fabio Morgera, Gianpaolo Casati, Daniele Sepe, Antonio Onorato, Pietro Condorelli. È stato membro dell’ Ensemble Neofonia con il quale ha registrato il cd “Homenaje” (1996); del gruppo Agcà, con il quale ha registrato il cd “Tratti di Incontri Straordinari” (1995), giudicato uno dei migliori dischi usciti nel 1996 dal quotidiano”Il Manifesto”.Ha inoltre partecipato alla registrazione dei cd “Spiritus Mundi” di Daniele Sepe (1996), e “Veleno” (2002) della Compagnia Musicale Paolo di Sarcina, della quale è membro stabile. Nel 2003 esce: “Un po’ come…noi”, registrato con Dino Massa e Piero Leveratto, coi quali suona in molte rassegne italiane di Jazz. E’ membro stabile della Big Band del Conservatorio di Napoli dal 2001 al 2005, sotto la direzione di Bruno Tommaso prima, e di Pietro Condorelli poi, partecipando a diverse rassegne nazionali ed internazionali. Nel 2006 esce il cd “Uh anema!” della Piccola Orchestra Dino Massa, della quale è membro stabile. Nel 2010 esce: “Tassa di residenza Napoli” (Pìcanto Records), in cui figura come co-leader insieme al pianista Gianni Vicedomini, e cui collaborano Pietro Condorelli ed Emanuele Cisi. Nel 2015 esce: “Melodic tales”, a nome del bassista Emiliano De Luca, in cui è batterista, e che vede la collaborazione di Maurizio Giammarco.Da anni collabora ai progetti musicali di Pietro Condorelli, tra i quali lo spettacolo “Pietro Condorelli – Jazz ideas & songs”, di cui è coproduttore, e pubblicato in DVD nel 2016.

Ricerca Eventi