Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
concerti
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
concerti
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
concerti
News
Non categorizzato

LUCIE HORSCH – QUARTETTO VANVITELLI



Lucie Horsch flauto dolce 

Quartetto Vanvitelli
Gian Andrea Guerra violino
Nicola Brovelli
violoncello
Mauro Pinciaroli
arciuliuto
Luigi Accardo clavicembalo

D. Castello Sonata nona e Sonata seconda da Sonate concertate in Stil Moderno
I. Yun The Actor with the Monkey da Chinese Pictures
N. Chédeville Sonata n. 6 in sol min. da Il Pastor Fido op. 13
G.P. Telemann Trio Sonata in fa min. e Canonic Sonata
J. van Eyck Boffons
T. Merula Ciaccona
L. Berio Gesti – Sequenza per flauto dolce
J. Ravenscroft Trio sonata in La magg.
L. Wennäkoski Arteria – scritto per L. Horsch
A. Vivaldi Concerto in la min. RV 522 da L’Estro Armonico

—–

Ad appena vent’anni Lucie Horsch è uno dei più incredibili talenti musicali della sua generazione, già grande virtuosa del flauto dolce. Si esibisce con ensemble specializzati nel repertorio barocco, ma anche con orchestre moderne. Nell’ultima stagione ha, infatti, debuttato con la Hong Kong Philharmonic e la Macedonian Philharmonic Orchestra ed è stata protagonista di un tour con l’Academy of Ancient Music e Richard Egarr che ha visto tra le tappe la Barbican Hall di Londra e il De Doelen a Rotterdam. Registra in esclusiva per Decca Classics. Il suo CD Baroque Journey ha raggiunto la prima posizione nella classifica inglese, premiato con il prestigioso Opus Klassik. Per Deutsche Grammophon ha registrato la premiere di Variations on an Octatonic Scale di Bernstein insieme al violoncellista Kian Soltani. A Trento debutterà accompagnata dal Quartetto Vanvitelli, un ensemble storicamente informato impegnato nella riscoperta e nella divulgazione del repertorio barocco su strumenti originali. Il nome fa riferimento a Luigi Vanvitelli, architetto e pittore italiano, progettista di importanti opere, tra cui la Residenza Reale dei Borbone a Caserta. Sin dalla sua fondazione, il Quartetto si è esibito in importati rassegne concertistiche in Italia e all’estero e la loro recente registrazione delle Sonate per violino di Mascitti è stata accolta entusiasticamente dalla critica internazionale. Da strumenti antichi uscirà un suono luminoso e fresco capace di evocare, nel pubblico, immagini fresche di bellezza con un rigore pieno di fantasia.


Info e Biglietti
I Dettagli Dell'Evento