Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato

Lucca in musica: il concerto dell’Orchestra da Camera di Mantova insieme al Trio di Parma

Ancora un concerto per “Lucca in musica”, il festival organizzato da Associazione Musicale Lucchese e Teatro del Giglio. Mercoledì 23 aprile alle ore 21 sul palco del Giglio saliranno l’Orchestra da Camera di Mantova e il Trio di Parma diretti da Enrico Bronzi.

Il concerto si aprirà con un omaggio a Luigi Boccherini (Lucca 1743 – Madrid 1805) e la Sinfonia in la maggiore op. 12 n. 8, G. 508. A seguire, Galántai táncok (Danze di Galanta) di Zoltán Kodály, compositore ungherese il cui nome è spesso associato a quello di Béla Bartók per le ricerche condotte dai due musicisti, quasi coetanei, sull’etnografia musicale del loro Paese. La musica di Kodaly è meno sperimentale di quella di Bartók ma non manca di originalità e numerosi suoi pezzi sono d’ascolto accattivante e piacevole. Nelle Danze di Galanta Kodaly fonde magistralmente le sonorità della musica zingara con quelle della tradizione ungherese. Chiude il concerto Triplo concerto in do maggiore per pianoforte, violino e violoncello, op. 56 di Ludwig van Beethoven, opera a lungo poco eseguita e caratterizzata dal virtuosismo richiesto per eseguire la parte del violoncello.

L’Orchestra da Camera di Mantova nasce nel 1981 e s’impone da subito all’attenzione generale per la brillantezza tecnica e la ricerca della qualità sonora tanto che nel 1997 i critici musicali italiani le assegnano il Premio «Franco Abbiati» quale miglior complesso da camera «per la sensibilità stilistica e la metodica ricerca sulla sonorità che ripropone un momento di incontro esecutivo alto tra tradizione strumentale italiana e repertorio classico». La sede dell’Orchestra è il Teatro Bibiena di Mantova, autentico gioiello di architettura e acustica. Nel corso della sua vita artistica l’Orchestra ha collaborato con alcuni tra i più apprezzati direttori e solisti del panorama internazionale.

Il Trio di Parma, formato da Alberto Miodini al pianoforte, Ivan Rabaglia al violino e Enrico Bronzi al violoncello, si è costituito nel 1990 in seno al Conservatorio “Arrigo Boito” ed ha ottenuto ben presto molti riconoscimenti prestigiosi primo fra tutti il “Premio Abbiati” quale miglior complesso cameristico, dopo solo quattro anni dalla sua formazione. Si è esibito, inoltre, nei teatri più famosi del mondo, dalla Filarmonica di Berlino alla Wigmore Hall di Londra, dalla Konzerthaus di Vienna al Lincoln Center di New York, collaborando con musicisti del calibro di Vladimir Delman, Carl Melles, Pavel Vernikov, Bruno Giuranna, Cecilia Gasdia.

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro del Giglio. Primo settore: 20 euro (intero), 18 euro (ridotto per le persone di età inferiore ai 25 anni e superiore ai 65 e soci delle associazioni riconosciute), 13 euro (ridotto soci AML e abbonati Teatro del Giglio). Secondo settore: 16 euro (intero), 13 e 10 euro (ridotto).

Ricerca Eventi