Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato

Lorenza, Matteo e Brahms: la storia di un incontro bellissimo

Due giovani musicisti di assoluto talento, Lorenza Borrani e Matteo Fossi, e la musica di Brahms saranno i protagonisti del secondo concerto della stagione cameristica, in programma domenica 18 gennaio alle 17 nell’auditorium dell’Istituto “Boccherini”. In programma la Sonata in sol maggiore n. 1, op. 78, la Sonata in la maggiore n. 2, op.,100 e la Sonata in re minore n. 3, op.108 di Brahms.

«Si possono fare tante riflessioni sul valore di affrontare un ciclo di Sonate, – scrivono Borrani e Fossi nelle note di presentazione del loro concerto – ma ciò su cui ci vogliamo soffermare va oltre tutto questo. È una riflessione più personale e più ingenua che a volte si tralascia di esprimere perché si dà per scontata. Ci riferiamo alla fortuna pazzesca che si prova ad avere la possibilità di ritrovarsi dentro alla bellezza di questa musica».

I due musicisti toscani saranno i protagonisti anche del primo appuntamento di “Musica ragazzi”, la stagione di concerti e incontri curata da Carla Nolledi e dedicata all’educazione musicale delle nuove generazioni. La mattina di lunedì 19 gennaio alle 10:30 all’auditorium dell’istituto “Boccherini”, infatti, incontreranno i bambini delle scuole (ma l’incontro è aperto a chiunque voglia parteciparvi) per raccontare le loro entusiasmanti “biografie musicali” e il loro rapporto con la musica di Brahms.

Nata a Firenze nel 1983, Lorenza Borrani si esibisce come spalla, direttore, solista e camerista nelle sale e nelle stagioni più importanti in Europa e nel mondo. Negli ultimi anni ha suonato come solista con la Philarmonie di Berlino, il Festival di Edinburgo, La Philarmonie di Colonia, La Citè de la Musique di Parigi, la Hercules Hall di Monaco. Nel 2007 ha fondato il progetto Spira mirabilis, un laboratorio di studio per musicisti professionisti grazie al quale ha sviluppato la passione nei confronti dell’esecuzione del repertorio classico su strumenti originali.

Lorenza Borrani da sempre suona in duo con Matteo Fossi (Firenze, 1978) che ha studiato alla Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida di Tiziano Mealli per poi perfezionarsi con Maria Tipo, Pier Narciso Masi e Maurizio Pollini. Molto attivo come concertista fin da giovanissimo, è ormai considerato uno dei principali cameristi italiani. Il Duo si è diplomato sotto la guida di Masi all’Accademia di Imola “come migliore formazione in assoluto dell’ultimo decennio”, distinguendosi anche nei più importanti concorsi internazionali.

Il costo del biglietto per il concerto di domenica è 12 euro (ridotto 10 euro). I ragazzi fino a 14 anni entrano gratis. Si consiglia di recarsi all’auditorium almeno 30 minuti prima dell’inizio del concerto. L’incontro di Musica ragazzi è a ingresso gratuito.

Ricerca Eventi