Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
News
Non categorizzato

Flauto e clarinetto protagonisti assoluti del primo concerto del Festival di musica da camera della Versilia

Partenza con il botto per la 50ª stagione di concerti di Pieve a Elici. Saranno Alessandro Carbonare e Andrea Oliva, rispettivamente primo clarinetto e primo flauto solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, ad aprire – domenica 2 luglio alle 21.15 – l’ormai tradizionale appuntamento estivo con la grande musica nell’incantevole pieve romanica di S. Pantaleone. Promossa dal Comune di Massarosa e dall’Associazione Musicale Lucchese, non poteva che iniziare con un grandissimo concerto questa edizione del Festival di musica da camera della Versilia, che segna un traguardo importante per una manifestazione musicale tra le più longeve e interessanti della Toscana.

Accompagnati dalla pianista Désirée Scuccuglia, Carbonare e Oliva presenteranno alcuni dei brani più noti scritti per il clarinetto e per il flauto traverso, tra i quali Syrinx di Claude Debussy, Der Hirt auf dem Felsen («Il pastore sulla rupe») di Franz Schubert e L’Andante e Rondo op. 25 di Franz Doppler. Il concerto si chiuderà poi con una sorprendente Carmen Rhapsody, un virtuosistico potpourri per flauto, clarinetto e piano, basato su temi dalla Carmen di Bizet e composto dal clarinettista e arrangiatore Michael Webster.

Ricerca Eventi