Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato

CORSI DI STORIA DELLA MUSICA E ASCOLTO GUIDATO NELLE SCUOLE

NUOVA DATA!
A causa di un problema tecnico il seminario è stato rimandato a mercoledì 5 dicembre, ore 15.00 presso l’Aula Magna del Liceo G. Galilei.

 

Anche per questa stagione ritorna il progetto dedicato ai più giovani: l’offerta del Corso di Storia della Musica per studenti universitari, del secondo triennio delle superiori e docenti delle superiori sostenuto dalla Società dei Concerti Trieste organizzato con l’Unione Società Corali Italiane della provincia di Trieste e la Lista universitaria AutonomaMente, che collaborano sin dall’altr’anno in questa partnership senza precedenti. Un progetto importante per poter avvicinare alla Buona Musica la generazione più giovane per la continutà del pubblico di domani, fondamentale per la SdC.
I luoghi del corso di quest’anno saranno le sedi di tre Licei cittadini: Liceo Scientifico “G. Galilei”, Liceo Scientifico “G. Oberdan” e Liceo Classico “F. Petrarca”.

Il primo incontro si terrà mercoledì 5 dicembre alle ore 15.00 al Liceo “G. Galilei” con l’appuntamento straordinario Analisi della colonna sonora di “Star Wars”, un Laboratorio interdisciplinare di Musica e Cinema.

Nel corso del seminario verranno analizzati i principali temi che, all’interno del ciclo di Star Wars, fanno da leitmotiv ai personaggi come Dart Vader, Leia, i ribelli…, a concetti quali la Forza, la Morte Nera… o commentano scene cruciali ad esempio la nascita dell’amore di Leia e Han Solo, il Duel of the Fates. 
Verranno evidenziate similitudini con altri temi celebri della musica colta, nonché citazioni e “prestiti” da altri compositori sinfonici, come Wagner, Sibelius, Dvořák, Holst, Stravinskij o da altre colonne sonore. Verranno analizzati i collegamenti, a volte inattesi e nascosti, tra i temi della trilogia classica e quelli della trilogia dei “prequel”, e verrà evidenziato come i leitmotiv dei diversi personaggi siano “imparentati” tra loro come i personaggi stessi. Una guida per un ascolto più consapevole di una splendida colonna sonora composta per apprezzare ancora meglio, e da un altro punto di vista, uno splendido ciclo di SF. Una saga nella saga…

Al secondo appuntamento, da fissare per inizio gennaio presso il Liceo Classico “F. Petrarca”, si terrà la prima vera lezione del Corso Base, “Dal canto gregoriano al Classicismo attraverso la Musica Sacra“. Il calendario verrà comunicato all’evento del 5 dicembre.

Durante l’intero ciclo di appuntamenti del Corso di Storia della Musica gli studenti avranno numerose occasioni di ascolto guidato di diverso tipo, dai Laboratori di Ascolto interdisciplinare e multimediale, da svolgersi in aula, alla partecipazione guidata ad alcuni concerti dal vivo selezionati dall’offerta concertistica proposta da tre istituzioni triestine.

La partecipazione degli allievi all’intero progetto (offerta didattica in aula e partecipazione ai concerti) è completamente gratuita, grazie alla sponsorizzazione offerta dalla Società dei concerti e dalla collaborazione di tutti gli altri partner citati.

 

Corso Base “Dai primordi al primo ‘900” 

a cura di Andrea Mistaro
Dedicato a Studenti Universitari, Liceali dell’ultimo triennio e Docenti delle Scuole Superiori

Questo percorso didattico, lungamente collaudato e continuamente migliorato in due decenni di esperienza del docente nel campo della divulgazione musicale per giovani studenti, intende:

  • guidare gli allievi alla comprensione dell’evoluzione del linguaggio musicale delle diverse epoche storiche,  esplorando in modo particolare i periodi dal barocco al tardo-romanticismo;
  • fornire una panoramica introduttiva ai linguaggi del ventesimo secolo.

L’esperienza già maturata negli anni, organizzata in vari istituti con moduli di differente durata, ha permesso di offrire a centinaia di studenti importanti opportunità di educazione all’ascolto consapevole unitamente ad un’ampia introduzione alla Storia della Musica.

L’impostazione fortemente interdisciplinare del corso di Storia della Musica si interfaccia con il background di conoscenze delle principali correnti artistiche e di pensiero che gli allievi a partire dalle ultime classi degli istituti superiori già possiedono grazie agli insegnamenti curriculari di letteratura italiana, straniera e/o di storia dell’arte, ed è per questo particolarmente indicato agli allievi di dette classi. Tali conoscenze  pregresse permettono infatti di iniziare gli studenti in poche lezioni alla storia della musica dei medesimi periodi storici studiati nelle materie curriculari, attraverso opportuni esempi interdisciplinari e “multimediali”, brevi ma numerosi ascolti musicali, lettura di testi letterari e proiezione di slide inerenti opere pittoriche, al fine di stimolare parallelismi tra le correnti musicali e altre manifestazioni artistiche coeve afferenti ai campi della letteratura e delle arti figurative. Il corso così strutturato si propone come un laboratorio di estensione ad un altro linguaggio (quello musicale) dei concetti già studiati in classe nelle materie curriculari.

Laboratori di Ascolto Guidato e Concerti dal vivo

Corredano il corso alcuni – opzionali – Laboratori di Ascolto integrale e/o multimediale di composizioni particolarmente esemplificative inerenti i periodi e gli stili trattati nel corso principale, nonché le partecipazioni ai concerti dal vivo, alcuni opportunamente selezionati da stagioni concertistiche preesistenti, altri specificamente organizzati, in partnership tra le istituzioni che collaborano al progetto, in modo che gli esecutori siano giovani studenti: in tal modo si facilita un reale avvicinamento dei giovani studenti alla musica “colta”, nella convinzione che vedere ed ascoltare coetanei, talora compagni d’aula, eseguire generi musicali che lo studente rischierebbe, altrimenti, di ritenere erroneamente “musica per addetti ai lavori” e riservata alle sale da concerto, sia l’esperienza più efficace che si possa offrire ad un giovane studente per aiutarlo nel suo cammino di avvicinamento e comprensione della musica colta e dei suoi stili.

 

Ricerca Eventi