Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato

Sollima – 27 Gennaio 2020 Un violoncello per la memoria



Per Giovanni Sollima suonare non è un fine, piuttosto un mezzo per comunicare con il mondo, per lanciare messaggi.
Virtuoso del violoncello (ha collaborato con personaggi come Claudio Abbado, Riccardo Muti, Martha Argerich, Patti Smith e Philip Glass), il musicista palermitano è noto anche perché scrive musica: è il compositore italiano attualmente più eseguito al mondo. Ha portato la voce del suo violoncello nel deserto del Sahara, nei ghiacciai e perfino sott’acqua.
Nella Giornata della Memoria Sollima ci propone un programma intenso e toccante con brani della tradizione Kletzmer, lavori di Bach, Kurtág, Benedetto Marcello, Reich, Bloch e la sua “Lamentatio”.

Alle ore 20 introduzione all’ascolto a cura di Marco Bellano.
Salamone Rossi detto l’Ebreo
Hashirim asher le Sholomo

Trad. Kletzmer, “Frayeleleh”

Johann Sebastian Bach
Suite n. 1 per violoncello solo BWV 1007

György Kurtág
Az hit…

Trad. Kletzmer, “Kolynd”

Anonimo
Kol Nidrei

Ernest Bloch
Suite n. 3 B. 97 per violoncello solo

Benedetto Marcello
“Intonazione degli ebrei tedeschi sopra Ma’oz Zur Yeshuati”

Trad. Kletzmer/David Krakauer, “Rachab”

Giovanni Sollima
Lamentatio


Info e Biglietti
violoncello
I Dettagli Dell'Evento