Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato

1964-2014: quelli dell’AML sono davvero 50 anni..sulle ali della musica

Era il 1964 quando il maestro Herbert Handt, insieme a un gruppo di amanti della musica, tra cui scrittori, giornalisti, pittori, musicologi e professionisti lucchesi, fondò l’Associazione Musicale Lucchese per riscattare il ricchissimo patrimonio musicale locale da un lungo periodo di appannamento.

Da allora, concerto dopo concerto, anno dopo anno, l’attività dell’AML non si è mai interrotta. Quella che sta per iniziare è la 50esima stagione e il concerto inaugurale del 12 gennaio sarà il numero 1480 dalla fondazione.

La stagione 2014, con i concerti e gli eventi che la caratterizzeranno, è stata presentata questa mattina alla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca dal presidente della Fondazione Arturo Lattanzi e dal sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, insieme al presidente dell’AML, Marcello Parducci, e al nuovo direttore artistico dell’associazione, Simone Soldati.

Erano presenti inoltre il maestro Herbert Handt, fondatore dell’Aml, e Giorgio Serafini della Lucar-Bmw, sponsor dell’associazione.

Lattanzi ha rivolto all’Associazione Musicale uno speciale augurio per 50° anniversario e per la grande stagione organizzata per celebrare un anno così importante. «Come Fondazione, siamo particolarmente soddisfatti del successo riscosso in questi anni dall’associazione e posso dire fin da ora che rinnoveremo il nostro sostegno anche per il 2015».

Il sindaco Tambellini ha sottolineato il ruolo fondamentale dell’associazione nello sviluppo del settore culturale lucchese. «Siamo felici di poter contribuire alla buona riuscita delle sue iniziative attraverso, per esempio, la collaborazione con il Teatro del Giglio. Auguro all’AML altri 150 anni come quelli appena trascorsi».

Il 50° anno di attività si aprirà come sempre in gennaio con la “Stagione cameristica invernale” e con gli appuntamenti per le giovani generazioni di “Musica ragazzi” per poi proseguire con il festival “Lucca in Musica” e spostarsi in estate a Pieve a Elici, con il “Festival da musica da camera della Versilia”. A settembre torna il “Concerto per San Michele” della Polifonica Lucchese e in novembre ci sarà il grande concerto di chiusura della stagione.

In tutto l’anno saranno 58 gli appuntamenti, con 38 concerti, 11 conferenze e 9 proiezioni cinematografiche.

Dopo l’estate sarà presentato anche il volume curato dal musicista lucchese Gianmarco Caselli dedicato ai 50 anni di attività dell’AML.

La storia dell’associazione e la qualità del progetto presentato per il 2014 hanno portato l’AML a fregiarsi della mediapartnership di Rai Radio Tre, il canale della musica classica per eccellenza in Italia. L’emittente seguirà da vicino le manifestazioni lucchesi, garantendo visibilità ai tanti progetti dell’associazione.

Confermate le collaborazioni che nel tempo hanno caratterizzato l’attività dell’AML tra le quali quella con il Teatro del Giglio, con l’Istituto Boccherini, il Cineforum Ezechiele, il Centro Studi Boccherini, e aperte nuove strade con il Lu.C.C.A Museum, la Compagnia Teatro Giovani, il Festival Nazionale del Volontariato, l’Ufficio per l’Ecumenismo dell’Arcivescovato.

La stagione cameristica, che si sviluppa in 15 appuntamenti da gennaio a marzo, si intitola “Suoni, tra identità e metamorfosi”. Affermati artisti e alcuni tra i migliori giovani del panorama concertistico internazionale animeranno un programma che racconta la metamorfosi, che si tratti di quella del linguaggio musicale di un compositore o di quella della società. E partendo dal contatto tra musica e avventura umana si proverà a definire il concetto di identità di un compositore, di un’epoca, di un luogo. Alcuni concerti saranno preceduti da una conferenza per favorire la percezione di quanto, in ogni tempo, la produzione musicale diventi simbolo della parabola umana e di come i grandi autori siano enormemente attuali e abbiano in sé il potere di parlare all’uomo di oggi.

«È un onore e una grande responsabilità per me portare avanti il lavoro iniziato dal M° Handt che continua ad essere un punto di riferimento per questa associazione – ha commentato Soldati –. Ringrazio sentitamente il M° Fabrizio Giovannelli che mi ha preceduto e mi lascia una situazione artistica consolidata e di sicura qualità. Ad Handt, Giovannelli, Carla Nolledi e Egisto Matteucci, oltre al presidente Parducci e a tutto il Consiglio, va la mia gratitudine per aver condiviso il lavoro per preparare il progetto del 2014».

Tantissimi, nel corso dell’anno, i giovani musicisti premiati a livello internazionale che saranno presenti in concerti solistici o cameristici.

Nel corso del 2013 l’AML ha iniziato un importante percorso a favore dei giovani talenti lucchesi, facendosi promotrice di tre borse di studio. Due da 1500 euro ciascuna per gli studenti dell’ISSM Boccherini, istituite in ricordo della signora Carol Mac Andrew, primo presidente dell’associazione, e una di 14mila euro annui per sostenere gli studi del compositore lucchese Federico Favali al King’s College di Londra.

Al centro dell’attività dell’AML resta anche la formazione delle giovani generazioni, accompagnate alla comprensione e all’ascolto della musica dall’attività di Carla Nolledi e della stagione da lei curata, “Musica ragazzi”, con 14 appuntamenti dedicati a bambini e adolescenti. La stagione sarà presentata nel dettaglio in gennaio.

Ricerca Eventi