Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
News
Non categorizzato

Concerto per San Michele 2016 con la musica di Mozart e Boccherini

Il concerto di musica sacra che la Polifonica Lucchese e l’Associazione Musicale Lucchese da qualche anno organizzano nella chiesa di San Michele, a fine settembre, per celebrare la festa del santo a cui la bellissima chiesa è dedicata, anno dopo anno sta diventando un appuntamento sempre più sentito e partecipato.
L’undicesima edizione del “Concerto per San Michele” si terrà sabato 24 settembre alle 17:30 (ingresso gratuito). A esibirsi, insieme alla storica corale cittadina diretta dal maestro Egisto Matteucci, anche l’Orchestra da camera “L. Boccherini”. Quattro i solisti: il soprano Mirella Di Vita, il contralto Sara Bacchelli, il tenore Marco Mustaro e il basso Francesco Facini.

In programma alcune pagine di musica sacra composte da Luigi Boccherini e Wolfgang Amadeus Mozart destinate alla preghiera dei Vespri e formate da alcuni salmi e dal cantico del Magnificat, solitamente suddivisi – quasi come fosse un libretto d’opera – in arie, concertati e brani corali, in un’alternanza di stili e strutture diverse.

Di Luigi Boccherini ascolteremo Domine ad adiuvandum, per quattro voci e orchestra G. 534 e Dixit Dominus, per quattro voci e orchestra G. 533, tratti da due salmi presenti nei Vespri delle grandi solennità, tra cui quella della Santa Croce. Di Mozart, invece, verranno eseguiti i Vesperae solennes de confessore, K. 339 composti dall’autore durante il suo servizio alla cattedrale di Salisburgo. Tra i brani che compongono l’opera, troviamo il celebre Laudate Dominum, aria per soprano e coro, e un “luminoso” Magnificat, che chiuderà il concerto.

—–
Mirella Di Vita si è diplomata in canto sotto la guida del M° Giovanni Dagnino; successivamente ha seguito i corsi di Gabriella Ravazzi sulla vocalità del ‘900 e di Raina Kabaivanska sull’interpretazione lirica. Vincitrice di concorsi di canto, ha all’attivo numerosi ruoli e ha lavorato con registi quali Aldo Tarabella, Marina Mariotti, Gino Zampieri, Sarah Ventura, Simona Marchini, Ugo Gregoretti e direttori come Aldo Sisillo, Giuseppe Ratti, Franco Trinca, Giuliano Carella.
Sara Bacchelli ha iniziato gli studi musicali da bambina, cantando nel coro di voci bianche e studiando pianoforte fino all’ottavo anno con il padre Antonio Bacchelli, noto pianista e direttore d’orchestra. Ha collaborato come corista con il teatro Comunale di Firenze, con il teatro Comunale di Bologna e collabora con il teatro dell’Opera di Montecarlo. Svolge un’intensa attività concertistica da solista, con un repertorio che spaziano dalla musica del Cinquecento alla musica contemporanea.

Marco Mustaro è stato iniziato al canto dalla Signora Maria De’ Medici, per poi proseguire gli studi musicali all’Istituto Musicale “Luigi Boccherini” di Lucca, sotto la guida dei maestri Anna Vandi e Giovanni Dagnino. Ha seguito corsi di perfezionamento in Italia e all’estero. Conduce una vivace attività concertistica che lo vede attento interprete del repertorio madrigalistico e belcantistico sacro e profano sei-settecentesco, ma dedica anche grande attenzione allo studio del repertorio liederistico ottocentesco.

Francesco Facini si è diplomato all’Istituto Musicale “L.Boccherini“ e a poi proseguito l’attività di perfezionamento con Franco Calabrese e Paolo Washington, Ettore Campogalliani e con Giulietta Simionato e con Sena Jurinac a Salisburgo e a Vienna. La sua carriera internazionale inizia presso il Teatro di Lucerna ed è divenuto nel tempo un interprete rossiniano e mozartiano di riferimento, spesso interprete protagonista di questi autori a fianco di colleghi illustri.

La Polifonica Lucchese nasce nel 1967 come complesso vocale al servizio della liturgia. Nel 1972, grazie al Direttore Artistico dell’AML Herbert Handt, intraprende anche l’attività concertistica debuttando proprio con il toccante Requiem di Giacomo Puccini. Da quel momento la presenza della Polifonica Lucchese nelle programmazioni annuali dell’Associazione Musicale Lucchese non si è mai interrotta realizzando i maggiori capolavori corali sotto la direzione di Herbert Handt e del proprio fondatore Egisto Matteucci. Ha potuto così annoverare nel suo repertorio il Requiem e la Waiesenhaus Messe di Mozart, la Missa in Angustiis di Haydn, la Messa di Gloria di Rossini, la Messa a quattro di Giacomo Puccini, il Requiem tedesco di Brahms, il Messia di Haendel, l’Oratorio di Natale di Bach, la Messa di S. Cecilia di Gounod, il Requiem di Faurè, la Sinfonia n 2 op. 52 di Mendelssohn e numerose musiche dei più grandi compositori del passato tra cui i lucchesi Boccherini, gli antenati di Puccini e Gaetano Giani Luporini (che ha scritto proprio per la Polifonica Lucchese il “divertissement” Il debutto in città). Nell’intento di educare alla pratica vocale e diffondere la musica corale nel 1977 ha istituito un Coro di Voci Bianche, da più di trenta anni promuove la Rassegna di Musica Sacra e dal 2004 il Concerto per San Michele.

L’Orchestra da Camera «Luigi Boccherini» è un organismo nato nel 1995 dalla volontà di un gruppo di musicisti diplomati presso l’omonimo Istituto Musicale di Lucca; con la caratteristica di suonare senza direttore, si dedica alla scoperta, allo studio e alla divulgazione di musiche degli artisti dell’antica tradizione musicale lucchesi. Con questo intento ha eseguito i Concerti Grossi di Francesco Saverio Geminiani e sotto le direzione del M° Herbert Handt l’opera Il Ciarlatano di Domenico Puccini, la “Tasca” La Confederazione dei Sabini con Roma di Giacomo Puccini senior, l’Oratorio Gioas e l’opera La Clementina di Luigi Boccherini. Non ha mancato però di accostarsi anche ad altri compositori del repertorio cameristico-orchestrale, spaziando dal barocco al contemporaneo, eseguendo fra l’altro le prime esecuzioni assolute de “I Fiori Musicali” e la “Suite in modo antico” Gaetato Giani Luporini, la prima italiana del Concertino per pianoforte ed archi di P. Stoianov e su invito del Teatro del Giglio di Lucca un concerto dedicato a prime esecuzioni di giovani compositori toscani. L’Orchestra ha collaborato con solisti di fama internazionale come Rocco Filippini, Massimo Quarta, Pietro Rigacci, Cristiano Rossi, Felice Cusano, Mario Ancillotti, Claudio Brizzi, Leonardo Bartelloni, Oscar Creus Otrola, Jerzy Salwarowsky, Andrea Nannoni ricevendo ottimi consensi di pubblico e di critica. Ha inciso per la casa discografica Bongiovanni, Phoenix Audiosystem e Multipromo. Nell’anno 2004 in collaborazione con le ACLI sezione di Lucca ha dato vita alle “Serate Boccheriniane”, Stagione Concertistica in cui la figura del “Maestro” fa da filo conduttore. Inoltre in seno all’Orchestra in occasione delle “Serate Boccheriniane” è attiva una formazione flessibile denominata “I Solisti dell’Orchestra da camera Luigi Boccherini” con l’intento di fare musica in vari ensemble, mirando ad un affiatamento ed a una sinergia musicale e strumentale sempre maggiore.

Ricerca Eventi